Copenaghen

Se hai freddo ti scalda con i suoi colori. Certo, nel mese di marzo il clima non è tra i più ospitali, ma la città è viva più che mai e regala comunque sensazioni curiose in ogni suo aspetto. Il viaggio, anche se di breve durata, non possiamo classificarlo tra i più economici, ma con qualche accortezza in più riusciamo a rientrare nel budget di viaggio: scegliere un periodo fuori stagione può aiutare, così come avere la colazione inclusa nel prezzo dell’hotel o alloggiare in uno dei numerosissimi e caratteristici ostelli. Giunti in città, acquistare subito la Copenaghen Card è la scelta più conveniente perché permette di muoversi con qualsiasi mezzo in tutta la regione e accedere a tutte le attrazioni, parchi e musei senza costi aggiuntivi, o quasi…

Oltre ai famosissimi quartieri di NyHavn e Kastellet con la Sirenetta, meritano una visita il parco con il castello di Rosemborg, il quartiere di Christiania e Amalienborg Palace dove tutti i giorni alle 12 si può assistere al cambio delle guardie sulla maestosa piazza. Per una eventuale giornata di pioggia è molto suggestivo il nuovo acquario, contenuto ma di grande impatto, così come il museo della Carlsberg tra le ambientazioni storiche della catena produttiva e la degustazione finale all’interno di una cantina circondata da gadget di ogni genere. Per una giornata alternativa si può scegliere di visitare la semplice e marinara città di Malmo in Svezia oppure Helsingor con il suo Castello di Kronborg dove Shakespeare ha ambientato il suo dramma Amleto, entrambe sono collegate molto bene dal puntualissimo servizio ferroviario.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Occorre sapere che a Tivoli, il suggestivo e più antico parco divertimenti d’Europa che si trova nel centro della città di Copenaghen, l’ingresso è libero se si acquista la Copenaghen Card, però il biglietto d’entrata non comprende nessuna attrazione al suo interno e bisogna ulteriormente pagare giostre e spettacoli. E’ una città estremamente ecologica e nonostante la sua grandezza e le sue rigide temperature sia copenaghesi che turisti usano quasi esclusivamente mezzi pubblici o sfrecciano su piste ciclabili rendendo l’ambiente vivibile e sempre privo di traffico anche nelle ore di punta. E’ caratteristico il loro design all’interno dei locali tra luci soft e pareti colorate, le vernici sulle facciate delle antiche case di pescatori, le linee moderne dei nuovi palazzi e i ponti levatoi sospesi sui canali.00

Un pò come Venezia, Matera, le Cinque Terre.. anche Copenaghen possiamo collocarla tra le località uniche nel suo genere, non si riesce a paragonarla ad altri luoghi o città. Per la sua atmosfera, organizzazione, clima, stile, cultura e accoglienza merita una piccola visita, quindi spetta a noi osservare e portarsi a casa quella ospitalità che ci ha saputo regalare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: