Cascate Vittoria, Zimbabwe. Il silenzio del gigante scomparso

Il preoccupante aspetto delle Cascate Vittoria. Una meraviglia naturale del mondo sotto l'effetto del riscandamento globale.

Cascate Vittoria

In una siccità descritta come la peggiore del secolo, le Cascate Vittoria si presentano agli occhi dei turisti in un preoccupante aspetto. Essendo una delle maggiori attrazioni della regione e fonte di reddito per Zimbabwe e Zambia i commercianti locali hanno notato un calo drastico nei visitatori. Gli studiosi stanno analizzando il fenomeno del cambiamento climatico e hanno trovato la causa pricipale di questo triste evento nel comportamento dei monsoni. Le forti piogge, con il passare degli anni, arrivano sempre più in ritardo e si concentrano in precipitazioni più grandi e più intense.

Le teorie dei ricercatori hanno avuto conferme negli ultimi mesi quando vere proprie inondazioni hanno flagellato lo stato. Distese d’acqua hanno invaso le zone desertiche contribuendo allo spopolamento, alla crisi alimentare e alle problematiche idriche. A questi fenomeni seguono lunghi periodi di siccità. Il 2019 rientra nei tre anni più caldi mai registrati del continente africano. La società e le autorità hanno necessariamente esigenza di trovare contromisure per adattarsi a questo epocale cambiamento, ma le capacità sembrano essere limitate.

Cascate Vittoria

Larghe 1,7 km e alte più di 100 m le Cascate Vittoria sono classificate tra le meraviglie naturali del mondo. Gli abitanti della zona chiamano la più grande cascata d’Africa “il fumo che tuona”. Le acque del fiume Zambesi si distendono sull’altopiano roccioso di origine vulcanica fino ad incontrare una gigante frattura naturale. Il salto d’acqua si tuffa nel vuoto. Questa gola viene chiamata First Gorge, un vero e proprio canyon eroso nel corso di millenni.

1 Commento

  1. i cambiamenti climatici sono una realtà sotto gli occhi di tutti, eppure c’è ancora chi non vuole vedere e continua ad inquinare e distruggere foreste. Chissà dove andremo a finire di questo passo!

Racconta la tua esperienza in questo luogo