Val d’Orcia: viaggio on the road da Pienza ad Asciano

Viaggio in Val d'Orcia: cosa vedere in tre giorni. Immagini, parole ed emozioni. I paesaggi, la natura e i borghi di una terra incontaminata.

Val d'Orcia
Agriturismo Poggio Covili, Val d’Orcia

Pochi luoghi al mondo costituiscono un connubio così perfetto tra il paesaggio, la natura e l’elemento umano come la Val d’Orcia. Qui i borghi hanno mantenuto la loro struttura antica e le colture agricole, tra le strade sinuose costeggiate da cipressi, sono ancora quelle di epoca medioevale. Il grano, l’olio e i vigneti sono celebri in tutto il mondo.

Il nostro è stato un viaggio paesaggistico a tappe, dall’uscita autostradale di Valdichiana abbiamo seguito la provinciale per Montepulciano prendendo il bivio per San Quirico d’Orcia. In piena estate il paesaggio si presenta arido, ordinato; i colori della terra si contrappongono al cielo terso formando quadri astratti simili alle dune del deserto. All’interno di questa cornice, tra le curve della strada collinare, siamo rimasti sorpresi dalle verdeggianti terre del Podere Trafonti, una vera e propria oasi naturale.

Podere Trafonti, Val d’Orcia

IL GLADIATORE

Alcuni scatti da cartolina e riprendiamo il nostro viaggio verso Pienza, uno straordinario borgo arroccato sulla cima di un colle. Oltre al caratteristico centro storico andiamo alla scoperta delle sue strade agricole rese celebri in tutto il mondo dalle riprese del film “Il Gladiatore”. Le località non sono segnalate per evitare il pellegrinaggio di numerosi turisti ma, seguendo il sentiero che porta all’agriturismo A Terrapille, ci troviamo ben presto di fronte ai Campi Elisi di Massimo Decimo Meridio.

Da Pienza prendiamo la provinciale per San Quirico d’Orcia, un percorso panoramico che offre numerosi punti fotografici. All’altezza dell’agriturismo Cretaiole inizia il sentiero che porta alla graziosa Cappella della Madonna di Vitaleta, un luogo sorprendente e sacro tutelato dall’UNESCO. Ci spostiamo più a sud e passando la località Delle Fornaci arriviamo di fronte allo straordinario viale di cipressi che conduce all’Agriturismo Poggio Covili, un paesaggio perfetto che si accende sulla luce del tramonto e si spegne qualche istante dopo.

FOTOGRAFIA NOTTURNA

Località “I Cipressi”, Val d’Orcia

Le notti in Val d’Orcia sono ventose ma tutto è incredibilmente stellato, l’inquinamento luminoso è davvero lontano ed è straordinario giocare con le ombre sul cielo. Ci troviamo in località Cipressi sulla SR2, uno dei luoghi più fotografati della Val d’Orcia; qui i contorni di un boschetto vengono risaltati dalle costellazioni che si muovono all’orizzonte.

La mattina seguente è ancora buio quando, percorrendo la provinciale per Asciano ci fermiamo di fronte al Podere Baccoleno. Con le torce seguiamo un sentiero parallelo alla linea dei cipressi per arrivare sopra un altopiano apparentemente panoramico. Nella brezza del mattino attendiamo circa un’ora, la luce rosa dell’alba avvolge tutte le colline regalando un quadro straordinario da disegnare e portare a casa.

Podere Baccoleno, Val d’Orcia
43.05532511.6987712

2 Commenti

1 Trackback / Pingback

  1. Pienza, romantico gioiello della Valdorcia – Maraina in viaggio