Yunnan – Sud Cina

Immergersi in una realtà così differente dalle nostre abitudini di vita ci permette di vivere un viaggio travolgente a 360 gradi su ogni aspetto.

L’immensità del territorio si nota ancora prima di atterrare e già si può immaginare quanto varia possa essere questa regione, le tradizioni, la distribuzione della ricchezza. Poi passeggiando tra i villaggi t’immedesimi nei racconti dei nostri nonni e realizzi che certe zone della terra non sono così distanti da quei ricordi. Nel cuore dei loro abitanti abbiamo ritrovato noi stessi e la loro ricchezza più grande. Tra i grattacieli più alti ci siamo persi come briciole in un sacchetto di pane.

Trascorsi alcuni giorni ho iniziato ad apprezzare passo dopo passo la loro cucina, povera nella sua semplicità, ricca di sostanze nutrienti e leggere. Dai loro racconti ci hanno insegnato che una dieta priva di zuccheri e sale contribuisce all’igiene dentale, senza rinunciare ai sapori forti che molti vegetali sanno dare: il fior di loto, le varietà di peperoncino locale, la soia, il tofu, lo zenzero, le nocciole tostate, fino ad arrivare al mio piatto preferito, i fried noodles! Nei territori agricoli da dove ha origine il riso, che accompagna ogni pasto, abbiamo scoperto il pesce delle risaie e quanto sia diffuso il mango. E’ tutto così lontano dalla nostra idea di cucina orientale.

La geografia di questa regione come citato è varia, si passa da un territorio pianeggiante e collinare, situato ad alta quota, alle zone più montuose vicino all’area tibetana. Ciò permette un clima vario e primaverile per gran parte dell’anno. Il nostro periodo estivo fino ad inizio settembre coincide con la stagione delle piogge che ci hanno accompagnato per gran parte del viaggio. Lo spettacolo del Tiger Leaping Gorge è un esempio; nel suo canyon sinuoso s’infrange la forza dell’acqua portata dal fiume Yangtze verso il Mar Cinese Orientale. E’ il quarto corso d’acqua più lungo al mondo con i suoi 5.797 km. Il paesaggio delle risaie si presenta in una variopinta tonalità di verde in quanto sono i mesi prossimi al raccolto. Nel periodo che coincide con i nostri mesi invernali, si potrebbe invece ammirare il magnifico paesaggio dei terrazzamenti allagati che riflettono i colori del cielo.

Nella nostra avventura ci hanno accompagnato quattro guide locali divise per area. Non è semplice comunicare con l’inglese, specie nelle zone più remote dove le comunità conoscono solo dialetti locali. Avere un interprete è utilissimo in ogni situazione!

Questa presentazione richiede JavaScript.

L’anima di questo viaggio sono i loro costumi, le loro storie e tradizioni. Si passa dai colori sgargianti e ricamati alle tonache scure, dagli abiti rossi a festa degli sposi ai drappi bianchi a lutto sulle case. Villaggi dove le donne si occupano dei lavori pesanti e gli uomini si riposano, paesi dove le relazioni amorose restano segrete, altri dove sposarsi con il bambino sulle spalle è tradizione e lo si può notare lungo le strade dei vari mercati locali. Attraversi chilometri e ti sposti sotto i grattacieli della capitale Kunming dove ad ogni angolo trovi persone, soprattutto anziane, che dedicano il tempo libero alla danza, all’attività fisica, al relax e trasmettono a spettatori, turisti incuriositi, quella cultura del benessere che molto spesso dimentichiamo nello stress di tutti i giorni.

..e se un giorno un bimbo ci chiederà se abbiamo mai sfiorato le nuvole potremmo dire che esiste un posto a sud che si chiama Yunnan dove puoi arrivare a toccarle senza volare..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: