Punta Baffe: da Riva Trigoso a Moneglia

E' la seconda tappa del sentiero Verde Azzurro di Sestri Levante. Dal borgo di Riva Trigoso raggiungiamo Punta Baffe per arrivare fino a Moneglia.

Riva Trigoso da Punta Baffe

Affrontiamo oggi una passeggiata molto panoramica che permette di camminare nel silenzio della macchia mediterranea per alcune ore. Gli amanti della pace sul promontorio di Punta Baffe saranno immersi nella natura, in compagnia del verde e l’azzurro del mare, sormontato da rocce a picco e valloni.

Siamo sul sentiero Verde Azzurro di fronte alla bocciofila di Riva Trigoso. Seguiamo le indicazioni per Valle Lago e dopo una breve salita in asfalto il percorso si trasforma in un ampio e comodo sterrato. Si passa davanti ad una piazzola di lancio per il parapendio e da qui si può già ammirare il panorama sul promontorio di Punta Manara. Fanno da contorno la spiaggia di Riva e le grandi gru dei suoi cantieri.

Proseguiamo e presto arriviamo in un altro punto panoramico, quasi a picco sulla scogliera. Da qui si può scorgere lo scoglio dell’Asseu con la croce sulla punta. E’ collegato alla spiaggia con una striscia in cemento e delle lastre di arenaria che sono spesso usate per l’arrampicata. Da qui il percorso da Turistico si trasforma in Escursionistico, si passa il bivio per il Monte Moneglia e voltando a destra in pochi minuti raggiungiamo Punta Baffe.

LA TORRE DI PUNTA BAFFE

La torre fu eretta dalla Repubblica di Genova nel XVI secolo a quota 262 metri. Faceva parte del sistema difensivo formato da una serie di torri d’avvistamento contro le rappresaglie dei pirati barbari. Ad ogni avvistamento di vele sospette la comunicazione tra le diverse postazioni avveniva tramite segnali di fumo nel corso della giornata e fiammelle di fuoco la notte. In questo modo venivano avvisate in tempo le popolazioni dei borghi vicini per fuggire o rifugiarsi all’interno delle fortificazioni. Oggi la torre è stata ristrutturata e pur essendo sempre aperta è una proprietà privata.

Oltrepassando la struttura e proseguendo fino agli ultimi cespugli la vista è più panoramica. A Levante si nota il complesso Nua Natua raggiungibile sul sentiero in discesa. Noi invece proseguiamo in salita sulla costa di Valle Grande passando attraverso un’area panoramica. Si arriva ad un quadrivio di sentieri che conducono a Monte Moneglia, Riva Trigoso, seguendo un percorso interno, oppure al borgo di Moneglia. Scegliamo quest’ultimo, attraversiamo alcuni rii fino ad una variante che ci porta a Punta Moneglia dove dall’area pic-nic si gode un bel panorama su tutta la spiaggia. Tornando sui nostri passi riprendiamo la discesa e in breve si arriva a Colle Case Venivo, quindi attraverso uliveti raggiungiamo la strada che porta nel centro del paese.

Dopo 4 ore e mezza di escursione, inclusa la sosta a Punta Baffe e la variante per Punta Moneglia, possiamo scegliere se rientrare attraverso il percorso dell’andata o prendere il treno per Riva Trigoso.

44.24433829.4438648

1 Commento

  1. io come detto ho fatto l’intero percorso da Sestri Levante a Moneglia, poi sono tornato col treno a Sestri Levane. Abbiamo fatto lo stesso sentiero…

Racconta la tua esperienza in questo luogo